Rinite cronica – cause, sintomi, trattamento

La rinite cronica è il disturbo più comune tra i bambini e gli anziani. Di solito è causata da un’infezione, che di solito è innocua, ma di conseguenza provoca sintomi estremamente fastidiosi. Scopri quale può essere la causa di una rinite persistente e come affrontare i suoi sintomi.

Cause di rinite

Nella cavità nasale ci funzionano vari ceppi di batteri, quelli utili e quelli dannosi. In generale, un organismo sano gestisce in maniera efficace il loro livello e la loro attività con l’aiuto di un efficiente sistema immunitario. La membrana mucosa che riveste la cavità nasale produce una secrezione che idrata la membrana epiteliale e raccoglie le impurità, mentre i peletti ne facilitano la rimozione all’esterno.

Tuttavia, quando siamo attaccati da un’infezione, le cellule immunitarie si mobilitano, si verifica l’infiammazione e il gonfiore della mucosa e la quantità maggiore della secrezione permane nella cavità nasale. A volte, in una tale situazione, si verifica una seconda infezione provocata dai batteri che si sviluppano nella secrezione residua, il che porta a una rinite cronica, cioe’ una infezione che si protrae per più di qualche giorno

Anche i virus possono essere la causa di rinite persistente, che di solito è associata a sinusite paranasale. La rinite cronica è spesso una rinite allergica. Allergeni come pollini vegetali, polveri, peli animali, funghi o acari provocano una reazione eccessiva del sistema immunitario, che si manifesta con rinite, lacrimazione e mal di testa. La febbre da fieno, cioè la rinite allergica stagionale, è una disturbo sempre più frequente, si manifesta ciclicamente ed e’ incredibilmente fastidiosa.

A volte una rinite persistente è causata del setto nasale deviato e della conseguente ostruzione del dotto nasale, ma può anche essere causata da gravi malattie del sistema circolatorio o addirittura tumore.

Sintomi della rinite cronica

La rinite cronica può essere di carattere parossistico, cioè manifestarsi di tanto in tanto, oppure essere costante.

I sintomi principali della rinite sono:

  • aumento della secrezione nasale,
  • perdite dal naso,
  • congestione nasale e problemi respiratori associati,
  • starnuti,
  • a volte lacrimazione.

Il sintomi assocciati alla rinite possono essere classificati come lievi, cioè quelli che sono miti e non incidono sull’attività normale, moderati (disturbano il normale funzionamento) e gravi, che richiedono un trattamento permanente.

La rinite, anche quella prolungata, è un fenomeno comune, ma nella maggior parte dei casi non è indice di una malattia grave. Tuttavia, se è accompagnata da ulteriori sintomi inquietanti (febbre alta, dolori muscolari e articolari, diffuso mal di testa, cambiamento di odore e colore della secrezione) o dura più di 12 settimane, dovremmo sicuramente consultare il medico.

Combattere la rinite – farmaci da banco

Purtroppo, il trattamento della rinite è solo sintomatico. Non viene trattata con antibiotici o altri farmaci che eliminano la causa della malattia. Prodotti disponibili in farmacia senza prescrizione medica, in ogni caso sono i farmaci che hanno il solo scopo di alleviare i sintomi. Sono agenti che restringono i vasi sanguigni della mucosa nasale, riducendo il gonfiore e la quantità di secrezione.

È possibile scegliere tra i preparati nasali topici – gocce, aerosol, gel, contenenti di solito xilometazolina o oximetazolina, sostanze vasocostrittori e decongestionanti, facilitando così la respirazione. Tuttavia, non possono essere utilizzati per più di pochi giorni in quanto possono irritare o addirittura danneggiare la mucosa.

Esistono anche farmaci con effetto restringente da assumere per via orale, contenenti pseudoefedrina. Agiscono in modo simile, sono decongestionanti della mucosa nasale, riducendo così la secrezione e alleviando sintomi spiacevoli, come il naso chiuso. Tuttavia, si raccomanda di fare molta attenzione, soprattutto in caso di ipertensione, malattie cardiache, ipertiroidismo, diabete, gravi disturbi renali o epatici.

Leggi anche: Farmaci per l’immunita’

Rimedi domestici per la rinite

Prima di tutto, il riscaldamento dell’organismo gioca un ruolo importante. Questo può essere fatto in diversi modi, bevendo liquidi caldi e riscaldanti, ad esempio, il tè con succo di lampone, facendo il bagno caldo, tenendo in ammollo i piedi in acqua calda o strofinando i piedi e il petto con una pomata riscaldante, preferibilmente a base di canfora. D’altra parte, abbassare la temperatura nella camera da letto e mantenere una buona umidificazione dell’aria in tutto l’appartamento, in quanto l’aria umidificata protegge la mucosa dall’essiccazione, impedendo al contempo l’addensamento della secrezione.

Scopri anche: Rimedi domestici per aumentare immunita

Altrettanto importante è una corretta idratazione dell’organismo. È necessario bere grandi quantità di liquidi, come tè alla frutta, spremute o acqua con succo. I fluidi diluiscono la secrezione nasale, facilitandone la rimozione e forniscono i microelementi necessari.

Nel caso della rinite, sono l’ideali le inalazioni. In questo caso possono essere impiegati gli infusi dalle seguenti erbe: camomilla, timo, salvia, cisto. È inoltre possibile utilizzare gli oli essenziali – eucalipto, pino, albero del tè. Il trattamento viene preparato in modo da aggiungere alcune gocce d’olio per ogni 1 litro d’acqua bollente presente nella ciotola. Poi pieghiamo la testa coperta da un asciugamano sopra l’acqua evaporante, respiriamo per il naso ed espiriamo per la bocca per alcuni minuti (circa 5).

Qualche goccia di olio essenziale si può versare su un cuscino, pigiama, fazzoletti, questo ci aiuterà a respirare meglio. E ‘anche un buon modo per trattare la rinite nei bambini. Sono disponibili anche cerotti adesivi impregnati d’oli, prodotti appositamente per i bambini. da attaccare alla biancheria da letto o ai vestiti.

Potrebbe interessarti:

  • Come curare la sinusite
  • Coctail e succhi per immunita’

CATEGORIE:Dimagrimento e nutrizioneSalute

5 comments

  1. Non ce la faccio piu’ con la rinite. Come se non bastasse, prendo spesso raffreddore (qualche volta all’anno ma a volte di piu’), e non riesco a curarlo fino alla fine. Si mantiene a lungo e non se ne vuole andare. Dopo 2-3 settimane diminiusce ma non scompare del tutto. Dopo si protrae per altre 2 settimane. Ho provato con vari farmaci e rimedi casalinghi come i te’ con miele e zenzero, inalazioni con rafano, olii essenziali, olio di pino. Non mi aiuta niente.

  2. Ho lo stesso problema. Si dice che la rinite dura 7 giorni ma non e’ il mio caso. Ogni volta si prolunga fino a diventare un mese. Ovviamente non ho il naso tappato per tutto sto tempo, ma si mantiene per i primi giorni, poi diminuisce ma si mantiene a lungo.

  3. Forse avete l’immunità ridotta e quindi questi problemi con l’eliminazione della rinite. Vale la pena di prendere vitamine e qualcosa per rafforzare da inserire nella vostra dieta. Un sacco di verdure, frutta e spezie migliora l’immunità. Anche gli adattogeni sono buoni.

  4. Avevo sofferto di rinite per alcuni anni che poi si è rivelato il setto nasale. Ho seguito la procedura e risolto il problema. Quando la rinite non vuole andarsene e non sai qual è il motivo, ti consiglio una visita dall’otorino. Diagnosticherà la causa, ti curera’ e il finira’ tutto.

Rispondi a Sofia40 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *