Come perdere peso dopo le vacanze, cioè come fissare gli effetti dei piaceri annuali

Come perdere peso dopo Natale? Questa è una domanda che ci poniamo spesso quando il tempo del divertimento natalizio è finito. La questione è tanto più importante perché nella nostra tradizione le vacanze sono prima di tutto un momento di festa in famiglia e a volte, dobbiamo ammettere, anche di mangiare. Le tante prelibatezze preparate, le lunghe ore a tavola e l’incoraggiamento a mangiare da parte delle nostre mamme e delle nostre nonne non favoriscono certo la moderazione. Cosa si dovrebbe fare per evitare che, dopo qualche giorno di abbandono, non aumentiamo permanentemente qualche chilogrammo di peso?

Davvero aumentiamo di peso durante le vacanze?

La questione sembra essere particolarmente importante per le persone che seguono una dieta o semplicemente osservano il loro peso. Come conciliare l’abbondanza dei cibi preferiti con la necessità di contare le calorie? Rifiutarsi di partecipare a una riunione di famiglia, non mangiare nulla ostentatamente, o si può rinunciare a contare sull’efficacia di una dieta post-vacanza restrittiva? Bene, va sottolineato che 2 o 3 giorni di festa difficilmente possono danneggiare la nostra figura, anche se possono causare un leggero aumento di peso.

Il fatto è che molte persone si concedono completamente e per un periodo più lungo delle vacanze stesse, in caso di Natale fino a Capodanno. Se vogliamo essere indulgenti per 2 settimane, allora possiamo davvero aspettarci anche qualche chilogrammo in più.

Prima di tutto, bisogna porsi un obiettivo realistico, cioè perché a Natale non perderemo peso, supponiamo che cercheremo di non ingrassare. L’essenza della cosa non è rifiutare di mangiare qualche gnocco o un pezzo di pan di zenzero, ma su un modo di festeggiare di buon senso, cioè l’aumento dell’attività fisica e la rinuncia al cibo che abbiamo ogni giorno.

Allora perché abbiamo bisogno di patate, pane, braciole di maiale o gelato? Mangiamo solo ciò che appartiene al rito festivo. E soprattutto, non prolunghiamo i giorni di Natale!

Come non ingrassare durante le vacanze? Principi di base

un barattolo di noci avvolto in una misura da sarto

Supervisione del menu

La cosa migliore sarebbe poter controllare da soli ciò che è sul tavolo. Tuttavia, anche quando si è in una pensione, si può cercare di assicurarsi che ci siano dei piatti adatti nel menu. Dovreste offrire il vostro aiuto e preparare qualcosa di più leggero. Questi possono essere piatti da forno senza grassi, come il pesce al forno in greco o la torta leggera.

Vale anche la pena cercare di fare in modo che ci siano più verdure in tavola possibile, soprattutto quelle crude. Per esempio, possiamo servire cetrioli tritati, ravanelli, peperoni, lattuga su un piatto d’argento, e a loro possiamo servire salse a base di yogurt naturale. Tuttavia, non è necessario nutrire con forza le feste con cibo adeguato se non ci si è abituati, ma possiamo considerarlo come la portata principale, e le tipiche delizie natalizie come un’aggiunta.

Non consumiamo i dolci che acquistiamo, perché contengono molti ingredienti malsani e che fanno ingrassare. Risparmiamoci patate, pane bianco o altre aggiunte del genere, pesce o carne e ghisa sono sufficienti. Se si arriva all’alcool, il vino o la birra sarà sicuramente meglio delle bevande ad alta potenza.

Non ci sediamo a tavola a morire di fame.

È un errore comune – ci facciamo morire di fame per tutta la vigilia di Natale, e poi mangiamo senza avere la minima idea della sera. La vigilia di Natale dovrebbe essere un giorno come un altro per quanto riguarda il menu, forse al massimo si mangia uno spuntino leggero invece del pranzo, mentre la colazione è assolutamente obbligatoria. Mezz’ora prima di cena, vale la pena mangiare una mela o una carota, che ci impedirà di sederci a tavola con un appetito da lupo.

Come mangiare

Non dobbiamo assolutamente provare ogni piatto, mangiamo solo quelli che ci piacciono di più e in nessun caso spingiamo il cibo con la forza. Mettiamo nel piatto piccole porzioni, non suggerendoci ad un potenziale credente che mangeremo sicuramente di più, anzi, dopo un pasto dovrebbe esserci l’impressione di una leggera insufficienza, che, in fondo, passa in fretta.

Scegliamo i piatti meno grassi e calorici, e anche se non è facile, impariamo a rifiutare educatamente ma con fermezza. Mangiamo lentamente e con attenzione, mordendo ogni morso, in questo modo consumeremo meno, e il cervello riceverà un segnale di saturazione più velocemente.

Naturalmente non dimentichiamo di bere acqua, o anche tisane o tè verde amaro o tè verde amaro, o anche composta secca fatta in casa, purché non sia troppo dolce. Ma non dimentichiamoci di tutte le bevande gassate a causa del loro altissimo contenuto di zucchero.

Aumentiamo l’attività fisica

Anche seduti a tavola si possono bruciare calorie. Basta parlare più di quanto si mangia, e ancora meglio ridere molto, che oltre a bruciare calorie esercita perfettamente i muscoli addominali, per non parlare dell’effetto positivo sulla nostra psiche.

Cerchiamo di alzarci da tavola il più spesso possibile, aiutando a servire il cibo o a pulire dopo un pasto. E infine, invece di stare seduti davanti alla TV, andiamo a fare un’ora di cammino dopo cena e nei giorni rimanenti facciamo più esercizio.

Se è già successo… Allora, come si fa a perdere peso dopo Natale?

pasta arrotolata, farina, uova, accessori da cucina

Se siamo stati troppo stravaganti, il salvataggio in caso di eccesso di cibo è la menta o un’infusione di semi di lino. Essi sostengono il lavoro intestinale e la digestione, aiutano a liberarsi della flatulenza e dei dolori addominali.

È peggio quando abbiamo prolungato le vacanze per un altro giorno e vediamo effettivamente gli effetti della festa sul peso. Quanto velocemente si perde peso dopo Natale? Purtroppo, questo richiederà notevoli sacrifici. Ci sono diversi trattamenti rapidi per eliminare dai 3 ai 5 chilogrammi in pochi giorni. Si basano sul consumo di grandi quantità di liquidi e piccoli pasti regolari con calorie significativamente ridotte e una porzione giornaliera di esercizio fisico.

  • La giornata dovrebbe iniziare con una spremuta d’arancia o succo di pompelmo appena spremuto. Non solo aiuterà a migliorare il metabolismo, ma aggiungerà anche forza ed energia. Poi si mangia una colazione leggera, che consiste, per esempio, in una tazza di caffè con latte o tè amaro, due toast di pane integrale con un po’ di miele, yogurt scremato senza zucchero.
  • Per cena mangiamo una zuppa a scelta: zuppa di verdure con aneto fresco con filetto di salmone e spaghetti di riso, brodo di petto di pollo magro con tante verdure, spaghetti versati dall’uovo stesso (senza farina), zuppa di crema vegetale con prezzemolo e semi di zucca arrostiti, zuppa di lenticchie con pane tostato.
  • Per uno spuntino pomeridiano è sufficiente una mela cruda o uno yogurt cotto e sgrassato, e per la cena, verdure crude, sia sotto forma di carote tritate, pomodori, peperoni, cetrioli o insalata di verdure. È importante che i pasti non superino la soglia calorica che abbiamo definito e che siano allo stesso tempo sufficientemente equilibrati per fornire all’organismo le sostanze nutritive necessarie – calcio, proteine, fibre, carboidrati, vitamine.

Una dieta veloce per la perdita di peso richiede l’assunzione di una grande quantità di liquidi, ma in nessun caso si raggiunge per qualsiasi bevande pronte, anche quelle leggere. Ci limitiamo ad acqua minerale non gassata o leggermente gassata, tè, preferibilmente verde, infusi di erbe.

Leggi anche la recensione di un paraurti in sovrappeso sotto forma di una vitale bevanda verde: Matcha Slim

O forse un po’ più lento, ma con effetti più duraturi?

donna che taglia le verdure

Esistono naturalmente trattamenti ancora più restrittivi, tutti i tipi di monodieta, basati sul consumo di un tipo di alimento, la dieta norvegese o la dieta di Copenhagen, molto povera di calorie, in quanto presuppone di non superare le 1000 kcal al giorno. Tuttavia, si deve tener conto del fatto che tutte queste diete non sono indifferenti alla salute, e molto spesso hanno un effetto yoyo dopo.

Anche se abbiamo qualche chilo dopo il periodo delle vacanze, invece di approfittare di diete che possono danneggiare la nostra salute e aiutare solo nel breve periodo, è meglio cambiare le nostre abitudini alimentari e lo stile di vita in modo permanente. La chiave è, naturalmente, ridurre il potere calorifico del menu, ma non necessariamente in modo così drastico come con le diete menzionate. Verifichiamo di quanto il nostro corpo ha bisogno nel nostro caso (età, sesso, tipo di lavoro, livello di attività) e cerchiamo di non superare questo limite, possibilmente abbassandolo un po’.

Le regole del dimagrimento sistematico sono chiare: pasti più piccoli e frequenti, slow food, grandi quantità di liquidi, rinunciare al fast food, evitare piatti grassi e fritti e pane bianco o pasta. C’è molta verdura, insilati e frutta per questo posto. E l’attività fisica quotidiana e sistematica. Non deve essere un allenamento micidiale in palestra, solo una passeggiata veloce, aerobica, nuoto, ginnastica, ciclismo.

Cosa mangi per perdere rapidamente peso?

Indipendentemente dal fatto che si voglia perdere peso rapidamente o a lungo termine e in modo permanente, la base della nutrizione dovrebbe essere costituita dalle verdure, il che è in linea con le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e la sua ultima piramide nutrizionale.

  • Le verdure e la frutta dovrebbero costituire la metà di ogni pasto. Le verdure, in particolare, sono a basso contenuto calorico, contengono molte vitamine e minerali e fibre, il che migliora la digestione e, soprattutto, fornisce una sensazione di sazietà. Inoltre, a causa dell’abbondanza di antiossidanti, le verdure hanno proprietà antitumorali. Quando si tratta di frutta, è meglio limitare il consumo di quelli ad alto contenuto di zucchero.
  • Rinunciamo completamente al pane bianco e introduciamo prodotti integrali come il pane integrale, il pane di gramigna, il pane d’avena, il pane di lino, il pumpernickel, il pane vitale, il pane con i cereali (per esempio Schulstad Fitness Style), il pane di farro, così come le groatine spesse, la pasta integrale, il riso integrale.
  • I prodotti lattiero-caseari sono una parte essenziale della dieta, ma cerchiamo di raggiungere quelli con un ridotto contenuto di grassi, ma non gli yogurt aromatizzati. Se dobbiamo mangiare proteine, che si tratti di pesce, uova, carne magra o legumi. Utilizzare erbe e spezie perché non solo hanno un buon sapore, ma migliorano anche il metabolismo.

Una corretta idratazione del corpo è di grande importanza nel processo di perdita di peso. Ricordate che l’acqua accelera il metabolismo, pulisce il corpo e generalmente favorisce la perdita di peso.

Naturalmente, l ‘attività fisica è assolutamente necessaria, che dovrebbe diventare un elemento permanente della nostra vita. Tuttavia, dobbiamo scegliere il tipo di movimento più adatto a noi. Per esempio, non forziamoci a correre o a fare esercizio fisico in palestra se non ci piace. Il tipo di esercizio dovrebbe darci piacere, allora otterremo un doppio beneficio, e i risultati saranno certamente migliori.

Controllare la classifica delle pillole dimagranti e conoscere le migliori pillole dimagranti sul mercato, che vi aiuterà a tornare rapidamente a una figura snella!

una donna magra che pratica l'hula-hop

Fonti:

CATEGORIE:Dimagrante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *