Melatonia per dormire – un aiuto inestimabile per i problemi di sonno

La melatonina viene sempre più spesso citata come un aiuto concreto nella riduzione di problemi di sonno. Questo incredibile composto organico può “mettere a posto” il nostro ritmo quotidiano irregolare, e quindi fornirci un sonno sano e profondo. Scopri che cosa è la melatonina e come funziona.

Melatonia – l’ormone responsabile di un riposo sano

La melatonina sintetizzata nella ghiandola pineale è un ormone che garantisce il corretto ciclo di sonno e veglia. La melatonina è prodotta a seguito di trasformazioni che iniziano con un aminoacido chiamato triptofano. Il triptofano produce 5-idrossitriptofano (5-HTP), da cui viene prodotta la serotonina e successivamente si forma la melatonina. Quando il livello di melatonina nel corpo è inadeguato, si verificano disturbi del sonno, che si manifestano con frequenti risvegli durante la notte e problemi di addormentarsi.

Durante il ritmo naturale giornaliero, quando cala il buio si verifica un aumento della concentrazione di melatonina nel corpo e, quando diventa chiaro, la produzione di melatonina cessa gradualmente. Il più alto livello di melatonina è all’incirca alle 1-3 di notte. Tutto sembra chiaro e logico – la melatonina, l’ormone responsabile per il sonno, viene secreto quando è buio, quindi non dovremmo avere problemi a dormire normalmente di notte e svegliarsi pieni di vitalità al mattino. Il problema è che molte persone presentano il livello di questo ormone troppo basso o non corretto in un dato momento della giornata (ad esempio, non ce n’è abbastanza quando vogliamo dormire, ma c’è ne troppo durante il giorno). Questo fatto genera problemi crescenti con il sonno, il peggioramento dell’umore e della condizione psicofisica.

Carenza di melatonina nell’organismo

Livelli insufficienti di melatonina nell’organismo possono essere dovuti a fattori fisiologici, ambientali e legati allo stile di vita. Vale la pena di sapere che con l’età l’organismo produce le quantita’ sempre piu’ basse di questo ormone, il che non significa che tutti gli adulti sono condannati all’insonnia. Assolutamente no. Molte persone mature non hanno problemi di sonno, anche se teoricamente il loro corpo produce le quantità più ridotte di melatonina. Tuttavia, è un dato di fatto che i bambini hanno la più alta concentrazione di melatonina nell’organismo, anche negli adolescenti e nelle persone di 30 anni di età questo ormone si mantiene ad un livello elevato, invece dopo i 40 anni la produzione di melatonina inizia a rallentare.

L’età non è l’unico fattore fisiologico che può essere responsabile della carenza di melatonina nell’organismo. A volte il livello basso di melatonia è associato ai disturbi ormonali , metabolici, così come alcune malattie, come le malattie degli occhi. In molti casi, livelli troppo bassi di melatonina sono legati al nostro stile di vita. Ad esempio, una persona che lavora a turni può avere un ritmo giornaliero sballato, che puo’ causare i disturbi nella produzione di melatonina.

Lo stesso vale per rimanere svegli a lungo di notte, specialmente in condizioni di luce intensa o davanti al monitor o uno schermo televisivo, tutto questo può ridurre la produzione di melatonina e, di conseguenza, aumentare i problemi con addormentarsi e altri disturbi del sonno. Inoltre, gli stimolanti e l’uso di alcuni farmaci, il sonno irregolare, l’andare a letto alle ore diverse, la mancanza di un rituale serale per calmarsi ed entrare piano piano nell’atmosfera del sonno, sono altri fattori sfavorevoli per mantenere un corretto livello di melatonina.

Infine, vale la pena di ricordare i fattori ambientali che possono causare disturbi alla secrezione dell’ormone del sonno. Questi includono i cambiamenti dei fusi orari associati ai viaggi in altri angoli del globo e la stagione autunno-inverno, durante la quale siamo esposti ad una piccola quantità di luce naturale. Quando le giornate sono corte, grigie e il sole è scarso, l’organismo inizia prima a produrre la melatonina, da qui la sensazione di sonnolenza, che spesso ci accompagna durante le giornate autunnali e quelle invernali. Di notte e al mattino, la produzione di melatonina può rallentare e puo’ causare il sonno superficiale, frequenti risvegli notturni e il risveglio anticipato.

Melatonina per dormire – puoi aiutare te stesso!

Se soffriamo di un sonno disturbato associato ai disordini del ciclo giornaliero e una produzione troppo bassa di melatonina, possiamo cambiare il nostro stile di vita, provare a ridurre gli stimolanti, andare a letto alle ore fisse, ritagliare un’ora di relax prima di andare a letto (leggere un libro o ascoltare una musica rilassante alla luce soffusa, etc.). Tuttavia, non è sempre possibile eliminare tutti i fattori che disturbano la corretta produzione dell’ormone del sonno. In molti casi è una buona idea prendere il sonnifero alla melatonina.

Sul mercato sono disponibili molte preparazioni di questo tipo, la maggior parte sono arricchite anche con gli altri ingredienti che favoriscono l’addormentamento e un buon sonno. Tuttavia, la melatonina in compresse deve essere presa rigorosamente secondo le raccomandazioni del produttore. L’eccesso di melatonina nell’organismo non è raccomandato. Attualmente, le compresse di melatonina con la composizione più ricca sono Melatolin Plus.

CATEGORIE:Salute

5 comments

  1. Melatonia e’ perfetta. Da quando la prendo riesco finalmente a riposare! Da tanto tempo non dormivo cosi. Dopo la gravidanza e l’infanzia del mio figlio ho avuto l’orologio biologico completamente sballato. La melatonina mi ha aiutata tanto.

  2. e’ buona, ma si deve stare attenti con la quantita’. Quando ne prendevo troppa stavo male, mi faceva male la testa ed ero intontita. Da quando ho ridotto le dosi e’ tornato tutto a posto.

  3. Vale la pena di prendere la melatonina. Io sono il miglior esempio della sua azione benefica. Per anni ho avuto un lavoro che iniziavo alle 10 del mattino, quindi rimanevo sveglia a lungo di notte e mi alzavo alle 9 il mattino dopo. Improvvisamente c’è stato un cambio di lavoro e la sveglia suonava alle 5.30. Una tragedia. Non riuscivo ad addormentarmi di notte, e la mattina non riuscivo ad alzarmi dal letto. Ero assonnata per tutto il giorno, ero l’ombra di me stessa. Qualcuno mi ha consigliato la melatonina e cosi, FINALMENTE sono riuscita a regolare il sonno. Ora mi addormento senza problemi e mi sveglio riposata. Consiglio.

  4. Ho un problema simile. Ho iniziato il mio primo lavoro e mi alzo alle 5 del mattino. Durante il giorno sembro uno zombie, e la sera sembro rinata, non ho voglia di dormire. La melatonina aiuterà?

Rispondi a AnnK Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *