Rigenerazione del corpo dopo l’allenamento – come riposare correttamente per poter continuare ad allenarsi.

Rigenerazione dell’organismo – come riconoscere i primi sintomi del sovrallenamento

L’organismo umano è costituito da molti sistemi che cooperano costantemente tra loro, che possono essere paragonati in modo sicuro ad una fabbrica funzionante, quindi anche il minimo disturbo di uno di essi ha un effetto automatico sugli altri. Non va sottovalutata l’importanza della rigenerazione, importante non solo per gli sportivi, ma anche essenziale per ogni essere umano. La nostra giornata tipica consiste in una fase di alta attività, lo sforzo che facciamo al lavoro, a casa, in allenamento o a scuola, ma la sera il corpo inizia a sentire gli effetti negativi. Pertanto, deve essere garantita una quantità adeguata di riposo di alta qualità, perché altrimenti si rischia non solo un aumento del rischio di lesioni, ma anche una sindrome altrettanto comune di sovrallenamento. Il corpo comincia a reagire sempre più fortemente all’aumento dello sforzo fisico e i sintomi più frequenti, che non possono essere ignorati, sono:

  • quasi immediatamente evidente diminuzione della forza, dell’efficienza e della resistenza fisica complessiva;
  • dolori muscolari di diversa intensità, di solito a seconda del tipo e dell’intensità dell’attività fisica, che si verificano dopo l’allenamento;
  • velocità di reazione ridotta, cioè una diminuzione dei nostri valori motori, in brevi riflessi;
  • mancanza di appetito, con affaticamento prolungato che comporta anche una notevole perdita di peso corporeo;
  • riduzione della concentrazione e delle capacità mentali generali, ad esempio ricordare o apprendere;
  • deterioramento del benessere mentale, fluttuazioni dell’umore, forte nervosismo, in casi estremi che portano anche alla depressione;
  • dispnea e problemi cardiaci e circolatori, ad es. dolori al petto, con i quali è necessario rivolgersi immediatamente a un medico. Altrettanto comune è un impulso elevato che preannuncia possibili problemi di pressione sanguigna;
  • indebolire il sistema immunitario dell’organismo, aumentando la sua suscettibilità alle infezioni;
  • problemi di addormentamento, che può portare all’insonnia, o al suo inverso, cioè ad un’eccessiva sonnolenza.

Rigenerazione dell’organismo – come riconoscere la sindrome da sovrallenamento e come contrastarla efficacemente

Ognuno di questi sintomi dovrebbe causarci almeno l’ansia, preannunciando la suddetta sindrome da sovrallenamento, che possiamo rilevare anche attraverso semplici test che siamo in grado di eseguire da soli. È sufficiente osservare regolarmente il proprio corpo, soprattutto durante un grande sforzo come la corsa, quando si dovrebbe monitorare costantemente la frequenza cardiaca. Se non diminuisce anche dopo l’allenamento, e il secondo giorno della mattina ci sono disturbi, è un segno che il nostro corpo non è stato adeguatamente rigenerato. Per evitare questo in futuro, è possibile creare un diario di formazione su carta o sul proprio smartphone, e per questo esistono già app appositamente sviluppate. Noi registriamo non solo i nostri progressi, ma anche tutte le reazioni dell’organismo all’aumento dell’attività fisica, sia positiva che negativa. Se questi ultimi iniziano a dominare, è un segno che è tempo di riposare e ricostruire le forze indebolite.

Quindi non sottovalutiamo il resto, consigliato soprattutto per gli allenamenti intensivi di forza, i cui vantaggi non possono essere sottovalutati e seguendo le regole raccomandate dagli specialisti, possiamo contare su di essi:

  • ridurre il rischio di tali lesioni, in particolare doloroso allungamento o rottura dei muscoli, che potrebbe escluderci dall’allenamento anche per molti mesi;
  • rapida eliminazione degli effetti del sovrallenamento sopra descritti;
  • recupero della forza e dell’energia, necessaria per realizzare il piano assunto di esercizi senza interromperli;
  • migliorare il benessere mentale, dando la motivazione necessaria non solo per continuare la formazione, ma anche per aiutare in molte attività ordinarie e quotidiane;
  • la comparsa del cosiddetto effetto di supercompensazione, quando il nostro corpo immagazzina e compensa l’aumento delle riserve energetiche ad ogni sessione di allenamento. Questo aumenta la nostra forza, la resistenza e le nostre capacità, permettendoci di intensificare ancora di più i nostri esercizi.

Rigenerazione dell’organismo – principi raccomandati dai professionisti

Ogni grande sforzo fisico, non solo il sollevamento di carichi in palestra, è un grande carico per l’apparato muscolo-scheletrico, che ha bisogno non solo di molto tempo per tornare in piena forma. Tuttavia, questo riposo dovrebbe anche avvenire in modo corretto, non è consigliabile sdraiarsi con una torta, e tale comportamento irresponsabile può anche peggiorare, e non migliorare la nostra condizione. I muscoli stanchi dell’allenamento devono prima di tutto essere rilassati con esercizi di stretching dolci, riducendo non solo il dolore o la possibilità di acidificazione, ma anche il rischio di conseguenze estremamente pericolose di blocchi venose. Una buona soluzione è anche una pausa nell’esercizio degli stessi muscoli, mantenendo gli intervalli tra le sessioni di allenamento, della durata di 24 o anche 48 ore, a seconda del grado di sovrallenamento. Tale trattamento è una base assoluta, che dobbiamo sempre ricordare, e altri principi, utili anche nella vita di tutti i giorni, non solo per gli sportivi, lo sono:

1. piano di formazione individuale, adattato alle capacità dell’organismo

Una corretta rigenerazione non può essere raggiunta senza un adeguato piano di allenamento, adattato alle reali possibilità del corpo. La sua preparazione è un compito per uno specialista, spesso supportato da visite mediche, specificando esattamente quali esercizi possiamo fare in quale tempo e quanto dobbiamo dedicare al riposo. Anche se è possibile trovare una serie di esercizi su Internet, ma il loro uso sconsiderato comporta il rischio non solo di sovrallenamento del corpo, ma anche difficile da guarire, lesioni a lungo termine.

2. una dieta sana ed equilibrata

Gli errori nutrizionali commessi si vendicano quasi immediatamente sugli atleti attivi, rendendo difficile il raggiungimento di tutti i risultati di un allenamento intensivo. Dopo tutto, il corpo di una persona che si allena ha bisogno di dosi di sostanze nutritive perfettamente adeguate, in particolare il componente è un elemento naturale del tessuto muscolare, cioè proteine, e carboidrati ad alta energia, integrando tutte le perdite di energia causate dall’allenamento. Pertanto, un pasto consumato subito dopo è così importante, di cui dobbiamo sempre ricordare, per evitare il catabolismo dei muscoli, significa il fenomeno della loro disintegrazione nella situazione in cui il corpo inizia a bruciarli per reintegrare le carenze energetiche. Tutto ciò che non è salutare dovrebbe essere rimosso dalla dieta, compresa la massa muscolare, in particolare i fast food, i prodotti altamente trasformati e tutti gli altri stimolanti, compresi alcol e sigarette, che possono portare allo sviluppo di molte malattie pericolose, come l’ipotiroidismo o il cancro al fegato.

3. rifornimento regolare dei fluidi persi

Durante l’esercizio fisico, iniziamo a sudare intensamente e quindi a perdere grandi quantità di liquidi, che dovrebbero essere costantemente reintegrati. Se trascuriamo di farlo, nel nostro corpo iniziano processi pericolosi che portano alla condensazione del sangue e, di conseguenza, a disturbi cardiaci e circolatori. Può anche portare a disturbi del sistema nervoso e a un surriscaldamento particolarmente pericoloso, che può anche causare colpi di calore. Beviamo acqua o bevande isotoniche consigliate da medici e formatori professionisti, integrando allo stesso tempo i minerali persi, le vitamine e altre preziose sostanze nutritive.

4. Dormire, la migliore cura per tutto

La maggior parte dei processi di corretto riposo e rigenerazione del nostro corpo avviene durante il sonno, per cui diciamo che è la migliore cura per tutto. È di notte che la ghiandola pineale entra in azione, iniziando la produzione di grandi quantità di melatonina, responsabile della regolazione del nostro ritmo quotidiano, “dicendo” al corpo quando dovrebbe essere attivo, e quando è tempo di dormire e riposare. Qualsiasi disturbo di questo ritmo naturale influisce immediatamente sulla nostra salute, e una completa deregolamentazione di questo ritmo naturale significa che non saremo in grado di rigenerarci. Durante il sonno, viene secreto anche un ormone della crescita, che è particolarmente importante per gli appassionati di allenamento della forza ed è anche responsabile della crescita del tessuto muscolare. Quindi vale la pena di determinare una quantità costante di sonno, almeno 7 ore al giorno e andare a letto sempre allo stesso tempo. Non si dovrebbe anche non sdraiarsi con lo stomaco pieno che può causare disturbi digestivi che ti fa perdere il sonno, dovrebbe essere circa 2 ore dopo l’ultimo pasto, e la stanza deve essere adeguatamente ventilata.

5. bagni, massaggi e altre operazioni di rigenerazione

Con il bagno in mente, naturalmente, non stiamo parlando di passare molte ore sdraiati in una vasca da bagno, che, anche se piacevole, può influenzare negativamente i nostri muscoli. Una soluzione migliore è l’idroterapia, cioè l’alternanza di docce fredde e calde, che a loro volta provocano un restringimento e un’espansione dei vasi sanguigni che favorisce la salute. L’acqua riduce la tensione dei muscoli stanchi, migliora la loro circolazione sanguigna ed elimina tutti i dolori. Si consiglia anche una piscina, ma non una piscina agonistica, ma solo un nuoto rilassante e calmo, rafforzando tutti i muscoli e alleviando l’apparato scheletrico, in particolare la colonna vertebrale. Effetti simili sono dati dalla sauna, che riscalda i muscoli con vapore caldo, ma non è raccomandato alle persone che soffrono di malattie cardiache e circolatorie. Una volta ogni tanto vale anche la pena di concedersi nelle mani di un massaggiatore, ovviamente non un dilettante, ma un fisioterapista professionista, autorizzato, e piccoli massaggi di alcune parti muscolari possono essere fatti anche da soli.

Rigenerazione del corpo – corretta integrazione, integrando ciò che non forniamo con il cibo.

Nutrigo Lab Regeneration

Seguendo le linee guida di cui sopra, saremo in grado di rigenerarci rapidamente e, soprattutto, efficacemente anche dopo il massimo sforzo, ma l’intero processo può essere significativamente accelerato, ricordando anche la contemporanea e corretta integrazione del corpo. Il suo scopo principale è quello di fornirgli i nutrienti persi durante l’esercizio fisico, che non sempre riusciamo a integrare con una dieta. Contengono anche altri ingredienti preziosi, accelerando il processo di rigenerazione stessa, e il più frequentemente raccomandato dagli specialisti è Nutrigo Lab RegenerationUn supplemento che dovrebbe essere utilizzato da tutti gli appassionati di sport e non solo per l’allenamento della forza.

La forza con cui aiuta nel riposo e nella rigenerazione fluisce direttamente dalla composizione, naturale al cento per cento, completamente sicura per la salute. Nutrigo Lab Regeneration è composto da ben 90 principi attivi, tra i quali vale la pena menzionare:

  • caseina idrolizzato – PeptoPro®, che previene la rottura muscolare;
  • Idrolisato di proteine del siero di latte – Optipep®, ricco di proteine, il più importante elemento costitutivo del tessuto muscolare;
  • estratto di pepe nero, una fonte di piperina, che migliora la forma fisica e mentale complessiva del nostro corpo;
  • Vitamina B6, che si prende cura principalmente del sistema immunitario e nervoso;
  • aminoacidi preziosi, come: l – leucina, accelerando il processo di rigenerazione muscolare, l – glutammina, partecipando al processo di metabolismo dell’azoto, eliminando le tossine e aumentando l – valina e l – isoleucina, sia proteggendo i muscoli dal catabolismo, aumentando la forza muscolare e accelerando il processo di rigenerazione e guarigione dei muscoli danneggiati.

E’ grazie a loro che Nutrigo Lab Regeneration può vantare uno spettro d’azione eccezionalmente ampio, garantendo la piena rigenerazione in un tempo estremamente breve, che di solito è impossibile da realizzare in modo tradizionale. Tra le altre cose, permette di utilizzare al 100% la finestra anabolizzante, cioè il tempo immediatamente dopo l’allenamento, quando il nostro corpo assimila al meglio tutte le sostanze nutritive ad esso fornite, necessarie anche per il riposo.

Come potete vedere, vale la pena di visitare sito web del produttore Questo rivoluzionario supplemento, dove possiamo trovare informazioni dettagliate su di esso e utilizzando un comodo modulo, siamo in grado di effettuare un ordine per qualsiasi numero di pacchetti al prezzo promozionale più basso.

Nutrigo Lab Regeneration

CATEGORIE:Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *